di Panchina Lunga

Buon compleanno Mister, Giovanni, Giuanin, Trap, Papà, Nonno, Bandiera, Esempio e, da qualche mese, anche influencer su Instagram.

Questo è tutto quello che rappresenti per noi di Panchina Lunga, caro Giovanni Trapattoni. Oggi 17 marzo 2019, si gioca il derby di Milano e ci piace pensare che non sia un caso: questa sera lo stadio Giuseppe Meazza, luogo nel quale, sotto entrambe le bandiere simbolo della città, hai dato gioie e raggiunto record su record, sia da calciatore, che da allenatore, sarà in festa per la madre di tutte le partite e ci piace immaginare il godimento sportivo che vivrai da spettatore e amante del calcio nel festeggiare i tuoi primi 80 anni proprio il giorno della stracittadina, vissuta da te 33 volte in carriera.

Anche quest’oggi, nella tua Cusano Milanino, non mancherai di farti coccolare dalla tua Paola e dal resto della tua famiglia, che, grazie a tuo nipote Riccardo, ti ha recentemente portato sui social e ci permette ancora di viverti come quando eri sui campi da gioco.

Centrocampista roccioso e vincente nel Milan di Rocco e con la nostra Nazionale, sfidando e battendo il Brasile di Pelé prima e poi come allenatore in Italia con la Juventus di Boniperti, che hai reso invincibile e immortale, poi con l’Inter dello scudetto dei record, oltre a Cagliari e Fiorentina, senza dimenticare le emozioni vivissime durante l’esperienza alla guida della Nazionale probabilmente più bella e forte, ma anche sfortunate degli ultimi decenni. Non contento sei andato a conquistare titoli e apprezzamenti in Germania, Austria e Portogallo, oltre a creare una favola fantastica chiamata Irlanda, con un sogno Mondiale sfuggito di mano per responsabilità altrui e un Europeo nel 2012 che ha reso merito al tuo impegno e alle tue doti di allenatore e di uomo.

Abbiamo vissuto con il tuo esempio epoche calcistiche e sociali molto differenti tra loro, ma possiamo tranquillamente affermare che le emozioni vissute grazie ai risultati raggiunti nella tua carriera di uomo e di sportivo rimarranno nella storia e nella memoria di tutti, ricordandoci di “non dire gatto se non ce l’hai nel sacco”, e non solo in italiano…

Fieri e orgogliosi di viverti e di essere tuoi tifosi.

Tantissimi auguri di buon compleanno caro Trap.