di Kjj

Un grande  anno televisivo si sta per concludere. Un anno ricco di nuove serie tv, grandi ritorni e nuove stagioni attese, diffuse sulle varie piattaforme, Netflix sopra tutti.

In vista dell’anno nuovo stiliamo qui di seguito una top five delle serie tv 2017.

 

5-  Twin Peaks

Uno dei ritorni più attesi (da 25 anni) è stata la serie ideata da David Lynch, Twin Peaks.  Sono state 18 ore di televisione che ci hanno accompagnato per tutta l’estate con ogni episodio intitolato “The Return” parte da 1 a 18, proprio a sottolineare il fatto che tutta la stagione sia un film unico senza dare dei titoli precisi alle singole puntate ma solo delle parti di un tutto.
Il linguaggio di Lynch è cinema allo stato puro dal punto di vista della fotografia, del suono, della regia curata dallo stesso David.  Dopo 25 anni gli stessi attori riprendono in mano i loro ruoli con l’aggiunta di nuovi personaggi, perfettamente inseriti nell’intreccio narrativo con un climax di curiosità che solo Lynch sa suscitare allo spettatore, verso un finale che ha creato non poche discussioni tra i fan e la critica. Ognuno da la sua interpretazione e le parole di “Gordon Cole” rilasciate alle varie interviste nel corso dell’anno (una in particolare in Italia a Lucca al Film Festival e Europa Cinema) hanno lasciato intendere che considerare un Twin Peaks 4 non è così utopico…. Staremo a vedere se Dale Cooper e Laura Palmer  “ ri-ritorneranno” a Twin Peaks.

4- Game of Thrones

La serie che ha battuto ogni record di ascolti è tornata anche quest’anno, ma questa volta con un’uscita tardiva nel pieno dell’estate costringendo alcuni fan a perdere un paio di episodi in pieno agosto e recuperarli in fretta e furia al rientro dalle vacanze per evitare spoiler. La settima stagione de Il trono di spade è la seconda stagione che supera i romanzi, fermi al quinto libro. Ormai la storia sembra aver intrapreso una strada che molti fan accaniti avevano già auspicato. Gli ideatori della serie David Benioff e D.B. Weiss hanno accelerato le cose a partire dalla sesta stagione per portare alla conclusione la serie con l’ultima e prossima ottava stagione, in uscita nel 2019.
Il fan-service ha fatto un passo più lungo della gamba nella settima stagione. Nessun personaggio particolarmente amato è stato ucciso (forse perché sono già morti quasi tutti nelle precedenti stagioni), ma sembra che ognuno di loro abbia avuto un lieto fine e ci stiamo avviando al grande scontro finale con gli Estranei con il Re della notte a cavallo di un drago sputa ghiaccio.

3- Big Littles

Un cast stellare per una serie che è già un cult: Nicole Kidman, Reese Witherspoon, Shailene Woodley, Zoe Kravitz, Laura Dern e un grandissimo Alexander Skarsgard popolano  un’assolata cittadina californiana dove sembra che nulla possa andare storto; eppure la violenza domestica è in ogni dove, anche nella case dei miliardari. Una delle serie rivelazioni di questo 2017 che con una colonna sonora da Oscar, tornerà con una seconda stagione, nonostante sia stata concepita come una mini serie.

2- Rick and Morty

Una delle serie animate più folli e geniali degli ultimi anni. Rick and Morty ha tanta di quella immaginazione e la terza serie (in onda su Netflix) vale tutta l’attesa che abbiamo sopportato. Un’opera animata cinica, dissacrante contro la tecnologia, il futuro senza freni e inibizioni soprattutto da parte del personaggio principale della serie, Rick, ha regalato nuove pietre miliari dell’animazione televisiva con l’episodio The Ricklantis Mixup. Ambientato in un mondo abitato solamente da Rick e Morty di universi diversi, e Pickle Rick, uno dei migliori dell’anno, dove Rick si trasforma in un sottaceto per sottrarsi alla terapia familiare. Una mix di reazioni umane verso il mondo moderno e sulla tecno-paranoia contemporanea, sulla linea di Black Mirror, sempre disponibile su Netflix con la quarta stagione in arrivo dal 30 dicembre 2017.

1- Stranger Things

La serie più vista dell’anno è Stranger Things. Ritorniamo nel sottosopra con i nostri piccoli eroi a cui ci siamo tanto affezionati lo scorso anno con una prima stagione da far venire “ il sangue al naso”.
Il pericolo di deludere le aspettative è stato scongiurato da una seconda stagione trascinante che ha saputo ampliare i contenuti.  I Fratelli Duffer hanno dimostrato di avere il pieno controllo della storia e hanno fatto si che milioni di spettatori restassero inchiodati allo schermo dei loro televisori o portatili o cellulari grazie a Netflix. I personaggi sono stati ulteriormente sviluppati, a cominciare da Steve e Will, il loro legame e l’aggiunta di intrecci amorosi. Riuscita anche l’intenzione degli autori di dare una vena leggermente più dark alla serie, come il nuovo look di Undi.