di Ego

La “dimensione artistica” degli Elii (cresciuta esponezialmente in quasi 30 anni di carriera) terminerà il 19 dicembre a Milano, con il loro ultimo concerto al forum di Assago.

Arriva con un’intervista tripla a Elio, Faso e Cesareo alle Iene l’annuncio ufficiale dello scioglimento della band.

È importante capire quando dire basta e passare a qualcos’altro – ha detto Elio – ci vuole l’intelligenza di capire di essere fuori dal tempo. Youtuber, rapper, influencer, queste sono le persone che parlano ai giovani oggi.

Maestri di simpatia, musicisti eccezionali e abili intrattenitori su e giù dal palco, gli Elio e le Storie Tese hanno deciso di regalare ai fan un ultimo concerto (a Milano il 19 dicembre) per riascoltare dal vivo le “poesie contemporanee” nelle quali hanno raccontato la vita di tutti noi con ironia dissacrante e mirabolanti citazioni e virtuosismi musicali.

Insieme dal 1980, 10 album pubblicati e numerosi personaggi e modi di dire diventati parte del costume italiano di un paio di generazioni. Chi non ha preso per il culo un amico dandogli del “Servo della Gleba” oppure pensato che “Supergiovane” e “Shpalman” fossero meglio di Iron Man o ancora ricordato le feste delle medie con il brano “Tapparella”.

E ancora i risvolti psicologici nei rapporti tra giovani uomini e giovani donne…

Si chiude uno splendido capitolo per la musica italiana, un raro esempio di come qualità e ironia possano andare a braccetto, ma siamo sicuri che Elio e soci (come fanno già da molto tempo) saranno in grado di stupirci con altri progetti!

Mi raccomando, non fateci aspettare troppo… che cosa dobbiamo fare? Metterci una scopa in culo e ramazzarvi la stanza?