di Simone Casarola

Ogni tanto esce un video musicale capace di attirare tutta l’attenzione del web.

È il caso di This Is America, il nuovo singolo di Childish Gambino.

Il video è uscito domenica mattina a seguito della partecipazione dell’artista al Saturday Night Live del giorno prima e da quel momento ha occupato la maggior parte delle discussioni sui social.

Cerchiamo di capirne qualcosa di più. Childish Gambino è lo pseudonimo di Donald Glover, millennial losangelino dai mille talenti: attore, cantante, autore, comico e DJ. Un artista a tutto tondo. È necessario, però, sottolineare un particolare – che nel 2018 ahimè ha ancora importanza – Glover è di colore. Nella società moderna questo è una caratteristica che ha ancora influenza, soprattutto nella comunità americana. Da sempre però l’artista ne ha fatto un punto di forza combattendo il razzismo ancora latente begli USA.

Il suo lavoro come comico ed autore tv è stato da sempre quello di portare al pubblico uno spaccato della società che spesso facciamo finta di ignorare. L’apice di questo progetto è stato raggiunto con la scrittura di Atlanta – serie tv che lo vede anche in veste di attore – che gli è valsa due Emmy Awards.

Tra i molti talenti del 35enne losangelino c’è sicuramente anche quello musicale. Così come per gli altri campi anche qui è forte la sua influenza nella cultura black. Da sempre vicino al mondo del rap nel 2016 incide Awaken My Love!, disco più vicino al mondo dell r’n’b e del soul che è stato un vero successo di critica.

Sembra assurdo quindi ritrovarsi a dover parlare più del suo essere un afroamericano che del suo essere un artista a tutto campo. Eppure bisogna parlarne. Già perché è lo stesso Glover che ci tiene al proprio retaggio e a rappresentare una comunità ancora oppressa.

 

Dobbiamo quindi obbligatoriamente parlare del video di This Is America – che nel frattempo è arrivato alle 50 milioni di visualizzazioni in meno di una settimana.

La clip è piena di messaggi politicamente forti. Scene di violenza in cui le armi da fuoco sono trattate meglio delle persone – dopo un’esecuzione la pistola è portata via appoggiata su un panno mentre il corpo è brutalmente trascinato via. Il ballo scatenato e apparentemente senza senso di Childish Gambino in realtà serve a far ignorare le scene di rivolta che si svolgono sullo sfondo a simboleggiare come i media tendano a spostare l’attenzione dai veri problemi. La posa provocatoria di Glover che ricalca quella di Jim Crow – personaggio stereotipato ed iconico della segregazione razziale.

Glover sa che nel 2018 ancora esiste una forma di razzismo. Un razzismo meno evidente ma proprio per questo più difficile da individuare e da eliminare e il compito dell’artista è proprio questo: rappresentare la società per quello che veramente è.